Il presente sito utilizza cookies tecnici per migliorare la navigazione dell’utente. Maggiori informazioni sono disponibili al link "Cookies"

Enneagramma, carattere e personalità


 


Il termine "Enneagramma" deriva dal greco e indica una figura con nove vertici; questa figura è un simbolo esoterico antico che, in questo contesto, rappresenta una mappa per lo studio della personalità.
Sin dai tempi più antichi, la storia del pensiero è stata affiancata dalle teorie della personalità.

Termini come temperamento, costituzione, carattere, sono stati usati per descrivere e distinguere diversi insiemi di tratti individuali, a volte sottolineando le componenti biologiche, a volte quelle morali, altre volte quelle psicologiche e sociali.
 Tutto nasce dall'osservazione che determinate caratteristiche si ripetono e si somigliano in alcuni individui, come se ci fossero delle strutture che fanno di ogni persona un'entità che per alcuni aspetti è simile ad altre del suo genere, per altri è invece assolutamente unica.



Il fascino e la curiosità per le tipologie caratteriali derivano da quello che si potrebbe chiamare un desiderio di autoconoscenza: la nostra natura umana è misteriosa e incomprensibile, molte volte succede che non riusciamo a spiegarci i nostri comportamenti o le nostre reazioni emotive, spesso siamo tristemente consapevoli che non abbiamo una grande padronanza su noi stessi, come se ci fossero delle zone sconosciute e che non sono sotto il nostro controllo. 
Le varie teorie della personalità che si sono accavallate nel corso della storia, ma anche le svariate descrizioni artistiche dei vari personaggi umani ad opera del teatro, del cinema, della musica e della letteratura, di fatto, tentano di dare una spiegazione a questo mistero della natura umana e una risposta a questa domanda di autoconoscenza che, più o meno, è presente in ognuno.
All'interno di questo panorama, l'Enneagramma si pone sicuramente come il modello più completo e profondo per descrivere le tipologie umane.



L'Enneagramma ha un'origine molto antica (Dante per descrivere i vari gironi della Divina Commedia ne era sicuramente a conoscenza) ed è stato tramandato attraverso insegnamenti tradizionali fino a qualche decennio fa, quando, per una serie di circostanze, è stato fatto conoscere al grande pubblico ad opera del dott. Claudio Naranjo, psichiatra e terapeuta cileno, collaboratore di Fritz Perls nell'Istituto Esalen.
 Secondo l'Enneagramma esistono nove personalità di base, e la personalità rappresenta il modo in cui l'individuo ha reagito e che ha adottato come risposta al disagio infantile. Nel corso degli anni la personalità diventa una struttura rigida e fissa a tal punto da diventare l'identità apparente dell'individuo costituita da condizionamenti che riguardano le convinzioni, le reazioni emotive e i comportamenti che interferiscono con la natura più profonda o Sè.



LA FORMAZIONE
La formazione, di tipo teorico-esperienziale, si struttura in due livelli: uno introduttivo, aperto a tutti, ed uno avanzato, aperto soltanto a coloro che hanno frequentato il primo livello.



1° LIVELLO. Durante il corso Introduzione alla psicologia degli enneatipi, vengono descritte le varie forme della strategia adattativa, appresa come risposta di emergenza nei primi anni della vita e che continuamo ad usare in maniera automatica.
 Il lavoro può essere considerato un approccio globale, dal momento che ogni personalità si struttura attorno ad un nucleo emozionale (passione dominante), un nucleo cognitivo (fissazione dominante) ed un nucleo che riguarda la sfera degli istinti che regolano l'attività umana (istinto di conservazione, sociale e sessuale).

La personalità si può considerare, quindi, come un sottosistema psichico costituito da condizionamenti che riguardano le motivazioni, le convinzioni ed i comportamenti che insieme interferiscono con ciò che si può definire la nostra natura più profonda o Essenza. 
L'Introduzione alla Psicologia degli Enneatipi rappresenta l'inizio di un processo di Autoconoscenza attraverso una mappa del carattere che considera una duplice natura: un aspetto motivazionale in interazione con un pregiudizio cognitivo, una passione associata ad una fissazione.
Il 1° livello, quindi, rappresenta l'inizio di un processo di Autoconoscenza attraverso una mappa del carattere che considera una duplice natura: un aspetto motivazionale in interazione con un pregiudizio cognitivo, una passione associata ad una fissazione.

2° LIVELLO. Durante il secondo livello, verranno approfonditi i temi trattati nel corso precedente e sarà introdotto lo studio delle virtù. Ogni carattere tende a portare le sue passioni e fissazioni ad un'esagerazione, abituandosi ad avere sempre bisogno di qualcosa.
Lo studio dell'Enneagramma insegna che, per ogni passione o fissazione esasperata, esiste una virtù correttiva specifica: virtù intesa come un “antidoto” agli automatismi del carattere, come una direzione verso un progetto di trascendenza. Imparare ad attingere alla virtù specifica del proprio enneatipo equivale a un contenersi, nella misura in cui si sta esagerando. La  virtù  diventa quindi una chance per la qualità dell’esistenza, una bussola che orienta la persona ad uscire dal carattere ristabilendo l'equilibrio funzionale dell'organismo.



DURATA E SVOLGIMENTO
Il primo livello si svolge in tre giorni, per un totale di 24 ore di formazione.

Il secondo livello ha la durata di due giorni e mezzo, per un totale di 20 ora di formazione.
Il lavoro si svolgerà attraverso una serie di lezioni teoriche, esercizi di self-insight, comunicazione e condivisione sistematica attraverso i quali i partecipanti avranno modo di raccogliere non solo una migliore comprensione di se stessi ma anche l'esperienza diretta di una caratterologia che utilizza l'Enneagramma come mappa della personalità.


DOCENTE
Dott. Danilo Toneguzzi

Psichiatra Psicoterapeuta


© 2019 Istituto Gestalt Pordenone